Bivacco Mangheneto e cima Fornace

Il tempo non è bellissimo e nonostante sia ancora agosto è piuttosto freddo. Questo però non ci spaventa: la voglia di passare una giornata in compagnia supera ogni ostacolo.

Destinazione Bivacco al Mangheneto e per chi se la sente cima Fornace, bellissimo monte nella catena del Lagorai orientale che offre un n otevole panorama. Partenza da Malga Valsolero di sopra per arrivare al bivacco Manghento in poco più di un’ora. qui ci dividiamo in due gruppi ed uno prosegue appunto per  cima Fornace (2225m) che si raggiunge in un’altra ora circa.

Non riusciamo a fermarci a mangiare in cima perché tira un’aria molto fredda. Ci ripariamo in una piccola buca e poi ripartiamo.

I due ragazzi che sono con noi trovano anche dei funghi!

Ci riuniamo con l’altro gruppo e ripartiamo per passo Manghen. La  gita è finita ma ovviamente non poteva mancare un ottimo dolce in ottima compagnia!

Alla prossima!

Gita a Malga Stabio e Cima Sera 18 luglio 2021

Finalmente dopo tanto tempo abbia potuto ritrovarci per una gita in montagna! La meta è Malga Stabio e per chi se la sente Cina Sera.

Partiamo da Passo Duron verso le 9 del mattino e con calma, chiacchierando del più e del meno dopo poco più di un’ora ci troviamo a Malga Stabio.

Il panorama è stupendo: il Caré alto stranamente è libero da nuvole e lì vicino ecco la Presanella.

Gli occhi fanno fatica a staccarsi, ma un mamma asina per il difendere il suo cucciolo piccolissimo, sembra appena nato, non ci lascia tranquilli.

Ci allontaniamo un po’ e proseguiamo per il valico della Piazzola dove il gruppo si divide: chi resta a guardare il panorama su val Marcia, Lomaso, Banale e Bleggio e chi invece si porta verso la cima Sera.

Nel bosco si procede con un po’ di fatica per la gran umidità ma il tutto è ripagato dallo spettacolo a 360° che si può ammirare dalla cima! mangiamo un panino e poi scendiamo visto che gli altri ci aspettano alla malga. Arrivati scopriamo che non c’è ristorazione ma che possiamo assaggiare un ottimo yogurt di capra accompagnato da una splendida marmellata di more o lamponi e acquistare dell’ottimo formaggio! La coppia che gestisce la malga è giovane e molto simpatica e ci offre il caffè visto che non lo possono servire a pagamento.

Ormai è pomeriggio e così si riprende la via del ritorno grati della bella compagnia e della bella scampagnata.

Questa è stata Musica sotto le stelle.

Il circo è vuoto, acrobati, giocolieri e animalitutti sono nelle loro carovane a dormire. Ma i musicisti sono rimasti chiusi nella fossa dentro al tendone… Cosa gli accadrà in quel golfo mistico, in quella buca d’orchestra? Banda Storta è un rocambolesco ensemble di musicisti e non solo nel quale prende vita la creatività artistica di “Storti Bandisti” tra clownerie, musica e giocoleria. Menti eclettiche ed anime di-storte che trovano il loro equilibrio in arrangiamenti , composizioni e gag dal sapere e sapore circensi!
Questa è stata Musica sotto le stelle. Una serata briosa, piena di energia per il primo incontro fatto in presenza alla quale i “gardoloti” hanno risposto numerosissimi.

Paternità: un diritto negato – il resoconto della serata

Può un uomo essere picchiato una donna? Può un uomo voler essere padre a tutti i costi?
Sì tutto ciò è possibile ma i nostri pregiudizi, la nostra cultura fanno sì che questo sia difficilmente credibile. E questo appunto che nella serata tenuta da CAPST, (Centro Aiuti papà separati del Trentino) risultato: la difficoltà dei padri ad essere creduti da parte della Giustizia, la difficoltà dei padri ad essere sostenuti dalla società. Toccante è stata la testimonianza di un padre che appunto ha messo in luce tutto ciò.
Per questo CAPST dà un supporto legale, commerciale e psicologico.

NUOVO INCONTRO DAL VIVO. Paternità: un diritto negato.

Finalmente! 
Finalmente dopo tanto tempo possiamo ricominciare a fare eventi in presenza: quanto abbiamo atteso questo momento!
E per riprendere l’attività sul territorio abbiamo un argomento interessantissimo:
PATERNITà: UN DIRITTO NEGATO
Sì perché troppo spesso i figli vengono usati come ricatto nelle liti fra mamma e papà e purtroppo, sovente, chi ne subisce le maggiori conseguenze sono proprio i padri che diventano così genitori di serie B.
CAPST (Centro Aiuto Papà Separati del Trentino) con la voce dello psicologo Dott Sbardellati, dell’avvocato Dott Galvagni e della diretta testimonianza di un papà ci aiuterà a capire come anche i papà abbiano diritto alla paternità per una miglior crescita dei figli.
Vi aspettiamo
 MARTEDì 15 GIUGNO AD ORE 20,30
SALA GABARDI – VIA MARCO POLA GARDOLO
Il Direttivo
P.S. La serata sarà visibile in streaming sulla piattaforma GOOGLE MEET con il link di accesso che vi invieremo lunedì 14 giugno